/ Municipio Centro Ovest

Municipio Centro Ovest | 23 agosto 2021, 17:00

Il recupero della grande galleria del Cimitero degli Angeli, un investimento da 600 mila euro per ridare dignità a chi riposa in pace sulla collina sampierdarenese

Un intervento necessario e doveroso per un cimitero che ha sofferto di molte problematiche e di grande valore architettonico, oltre che di adeguata onoranza a chi vi riposa per sempre. Ad annunciarlo l’assessore Piciocchi

Il recupero della grande galleria del Cimitero degli Angeli, un investimento da 600 mila euro per ridare dignità a chi riposa in pace sulla collina sampierdarenese

L’antico, austero cimitero in collina che domina Sampierdarena e dove riposano in pace generazioni di cari estinti della zona, nel tempo oggetto di polemiche per lo stato di abbandono di molte sue parti, ottiene il recupero della vecchia galleria del Cimitero degli Angeli.

L’annuncio della buona notizia arriva da Palazzo Tursi, dove l’assessore ai Lavori pubblici, Pietro Piciocchi, ha proposto alla Giunta, che ha approvato, il progetto di recupero di questa grande galleria. Parte del grande cimitero monumentale non da poco e situata in via Porta degli Angeli e sotto tutela dei Beni Culturali. Era ed è afflitta da problemi assai seri di degrado non da poco nella parte attraverso cui si accede e notevoli infiltrazioni. Situazione non certa consona ad onorare la memoria di chi ci ha preceduto ed ora ci ha lasciato restando tuttavia nei nostri cuori.

L’investimento per ridare dignità a questa parte del grande cimitero sampierdarenese vale la cifra di 600 mila euro e l’intervento, ha spiegato l’assessore Piciocchi, è stato inserito nell’adeguamento di un programma triennale di lavori pubblici.

L’esponente della Giunta guidata dal sindaco Marco Bucci ha informato come il massiccio intervento si riferisca ad un restauro ‘conservativo’ della galleria dove si metterà mano al rifacimento di copertura e vetrate.

Ci sarà il recupero dei prospetti e dei cornicioni, si interverrà su intonaci e coloriture oggi evidentemente danneggiate ma ci sarà intervento deciso anche per marmi, pavimentazioni, flusso delle acque. E sarà creata accessibilità adeguata a portatori di handicap. Intervento manutentivo ma anche adeguato a mantenere memoria storica di chi riposa nell’area cimiteriale e di valore architettonico. In un contesto, tengono a precisare da Palazzo Tursi, di manutenzione, valorizzazione, conservazione e necessità di dare dignità un po’ a tutti i numerosi cimiteri della città, in parte già in atto. Con assicurazione, da parte della civica amministrazione, che i cimiteri per loro natura sono nella massima attenzione di chi governa Genova.

In particolare il Cimitero degli Angeli e della Castagna, nel tempo, ha avuto non poche problematiche. Crolli di alcune parti chiuse alla devozione e alla visita ai morti, che hanno suscitato proteste e indignazione popolare soprattutto da parte di chi, per lungo tempo, non ha potuto deporre neppure un fiore sulla tomba del congiunto, nei casi detti sopra, irraggiungibile. Una situazione non certo solo di questi ultimi anni ma che risale persino alla fine del secolo scorso, quando il cimitero ha anche attraversato momenti bui di degrado tra l’autentica rabbia della gente di una zona di Genova che conta dai 50 ai 75 mila abitanti come Municipio, ma sede di Cimitero che raccoglie salme provenienti da molte parti d’Italia e persone che hanno scelto la sepoltura sulla collina che domina Sampierdarena e buona parte di Genova, compreso il porto.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium