/ Attualità

Attualità | 15 ottobre 2021, 17:48

Sampierdarena, nuovi servizi per l’ospedale Villa Scassi

Inaugurato il nuovo reparto di psichiatria e la sede ‘Noi ci siamo’ dell’associazione ‘Tumore al seno metastatico’: psichiatria a misura d’uomo mentre ha grande importanza la nuova sede per un tumore che affligge molte donne

Sampierdarena, nuovi servizi per l’ospedale Villa Scassi

Due grandi novità per l’ospedale genovese di Sampierdarena, principale del ponente: il nuovo servizio psichiatrico di diagnosi e cura e l’inaugurazione della prima sede regionale dell’associazione ‘Tumore al seno metastatico - Noi ci siamo’ in occasione della giornata nazionale di sensibilizzazione sul tema per cui Genova ha colorato di viola la fontana di De Ferrari e la Lanterna, simbolo della città.

Un doppio evento di notevole rilevanza cui hanno partecipato Giovanni Toti, presidente regionale ed assessore alla Sanità, e Luigi Carlo Bottaro, direttore generale dell’Asl3: “Iniziative importanti - ha detto Toti - nate dall’esigenza di mettere al centro la persona, a partire dalla più fragile, per offrire risposte sempre più efficaci ai suoi bisogni di salute. E sono ancora più importanti per il momento in cui sono realizzate: grazie alle vaccinazioni stiamo uscendo dall’emergenza Covid e abbiamo di fronte da un lato l’esigenza di recuperare le prestazioni rimaste arretrate durante la pandemia e dall’altro l’opportunità di potenziare le risposte del nostro sistema sanitario, in modo sempre più integrato e sinergico con il territorio. Tutto possibile non solo per le risorse del Pnrr ma soprattutto per gli uomini e le donne del nostro sistema sanitario regionale”.

Bottaro ha sottolineato come il nuovo reparto di psichiatria “non è solo un luogo dove vengono somministrati farmaci ma è un progetto di assistenza più ampio nell’ambito del quale interagiscono aspetti ambientali, relazioni umane, tecniche riabilitative e socializzanti. Qui abbiamo ripensato alla quotidianità del paziente strutturando percorsi terapeutici ad hoc in grado di stimolare emozioni positive”.

Direttore di psichiatria è Rocco Luigi Picci, il reparto conta sedici posti letto in camere singole o doppie, ha locali adibiti a studi per garantire privacy e riservatezza nei colloqui clinici. In tutto ciò c’è stata grande attenzione alla scelta dei materiali e dei colori, in quanto l’ambiente cromatico ha ricaduta sul benessere psicofisico delle persone. “Un altro imprescindibile criterio per la progettazione - ha indicato Picci - è stata la minimizzazione dei rischi, con massima ‘visibilità’ possibile degli ambienti da parte del personale sanitario, nell’ottica di un’assistenza e di una vigilanza continuative, sempre comunque nel rispetto della privacy; la riduzione al minimo di elementi strutturali che potrebbero determinare atti autolesionistici o situazioni di rischio in genere; l’utilizzo di materiali adeguati alla degenza di un’utenza psichiatrica grave”.

Importante, in occasione del 13 ottobre, giornata nazionale sul tumore al seno metastatico, l’inaugurazione della prima sede regionale dell’associazione ‘Noi ci siamo’: “Avere una corsia di emergenza in ospedale e sapere fin da subito a chi rivolgersi in caso di bisogno è molto importante quando si ha un tumore al seno metastatico e vuol dire molto poter contare su un sistema in grado di assistere per qualsiasi necessità” hanno commentato Marina La Norcia e Deliana Misale, rispettivamente presidente ‘Noi ci siamo’ e referente per la Liguria dell’associazione.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium