/ Attualità

Attualità | 21 maggio 2022, 08:30

I primi appuntamenti in pizzeria

Quando la paura supera la voglia di conoscersi

I primi appuntamenti in pizzeria

Avete mai mangiato da soli in pizzeria vicino a delle coppie? La pizzeria aiuta a viversela leggera. Non è necessario essere formali, affettati, proporre mise impegnative, sforzarsi di essere forbiti. La pizzeria consente un contenuto più urban, più sporco e anche slavato. E il venerdì sera per molti lo è. 

Una focaccia, una vegetariana (perché siamo solo all’inizio del weekend) e due birre medie. Ad un certo punto inspiegabilmente inizia lo scontro. In un tavolino minuscolo la coppia inizia a scontrarsi, dal nulla, il cameriere non capisce, è solo un venerdì sera come gli altri, davanti a una pizza. Ma ripartiamo dall’inizio: lei ha scelto un tacco disimpegnato, ci teneva. Lui è seduto distante, appoggiato allo schienale, si tocca i capelli spesso. La paura. Più lui si appoggia allo schienale più lei lo sente distante e abbraccia il tavolo, si sporge. Inizia ad alzare la voce, ride forte, credo tema in quel momento di non essere abbastanza interessante. Lui la vuole scoprire ma forse ha dei tempi più lunghi, forse vuole studiarla più da lontano. Perché? Entrambi hanno paura. Non è mica facile un primo appuntamento in pizzeria al venerdì sera, tantomeno dai trentacinque in su. 

Più lui avverte che lei si sta avvicinando e ha bisogno di essere accettata, più si spaventa e inizia a tacere, o ancor peggio ad attaccare. La contraddice, la mette in difficoltà, la mette alla prova, come a dire “accetterai pure di essere svilita, sei così fragile oppure accetterai anche di tornare a casa da sola, questo venerdì?”. Lei incassa, tiene le critiche e  gli attacchi di lui. A questo punto è finita. Lui alza il tiro, mostra la parte difficile di sé appieno. Lei si scoccia, non tollera più, non si sente voluta ed è troppo, urla in mezzo alla sala, troppo addolorata per aver di nuovo sperato di trovare l’amore. Lui, un po’ sadico ha colto nel segno, lei è fragile. E lui non si sente di avere a che fare con la fragilità. 

Entrambi potrebbero avere troppa paura e si difendono guardando solo il loro bisogno, guardando solo se stessi. In questo caso sembra che la ragazza abbia bisogno di vicinanza, di pensare che potrà condividere con qualcuno, il ragazzo sembra abbia bisogno di tempo, di far vedere prima le sue parti peggiori per essere sicuro di essere accettato davvero. 

E così finisce la pizza, niente dolce, un caffè di corsa che sa di chiusura definitiva. E’ un peccato, la pizza era veramente buona ed entrambi avevano la stessa paura di non essere accettati, se si fossero guardati un po’ di più.

Cristina Fregara

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium