/ Genova

Genova | 26 ottobre 2021, 08:00

Il Teatro Akropolis riparte dal vivo con il festival "Testimonianze ricerca azioni"

dal 4 al 14 novembre: 21 spettacoli, 4 prime assolute, 4 prime nazionali 4 coproduzioni e 2 giornate di studi

Il Teatro Akropolis riparte dal vivo con il festival "Testimonianze ricerca azioni"

Ricerca, selezione, rinnovo. Fedele a sé stesso ma pronto a cercare nuovi percorsi in un mondo cambiato, il festival “Testimonianze ricerca azioni” di Teatro Akropolis torna in presenza dopo l’edizione del 2020 totalmente online, a causa dell’emergenza sanitaria e della chiusura dei teatri. La dodicesima edizione avrà luogo a Genova, dal 4 al 14 novembre 2021, con la direzione artistica di Clemente Tafuri e David Beronio. Un programma internazionale in 11 giorni, che prevede 21 spettacoli, di cui 4 in prima assoluta, 4 in prima nazionale e 2 giornate di studi che andranno a occupare luoghi diversi della città.

Nel dettaglio ci sarà la  prima assoluta di Alessandra Cristiani in Nucleo - da Francis Bacon e la prima nazionale dello svizzero Imre Thormann in The False David. Ma anche la collaborazione con l’Associazione Sarabanda, diretta da Boris Vecchio, da cui provengono due spettacoli di circo contemporaneo: la prima nazionale di BUBBLE della compagnia spagnola El lado oscuro de las flores e Piume di Elena Burani.

 

Le altre prime assolute sono T9 di Davide De Lillis, Semmelweis di Città di Ebla, entrambe in coproduzione con Teatro Akropolis. e La parte maledetta. Viaggio ai confini del teatro, conferenza spettacolo di Akropolis legata alla produzione cinematografica di Teatro Akropolis con il film inedito dedicato al filosofo Carlo Sini, che si aggiunge a quelli su Paola Bianchi e Massimiliano Civica. La compagnia Teatro Akropolis metterà in scena anche lo spettacolo Pragma. Studio sul mito di Demetra.

Da Anticorpi XL – Network di giovane danza d’autore sono stati selezionati Intuition 1 di Riccardo Guratti / Compagnia Atacama e Annunciazione di Greta Francolini / TIR Danza.

 

Confermata dall’anno scorso il progetto Oscillazioni a cura di Roberta Nicolai, direttrice del festival Teatri di Vetro, da dove arrivano Other OtherNess di Paola Bianchi, in prima nazionale, Diario performativo: pratiche della Trilogia di Alessandra Cristiani e Ludi di Teatro Akropolis. Completano il programma JUMP! degli Opera Bianco, Caligola-Assolo.1 di Bernardo Casertano, Riflettendo Napule ’70 di Chille de la balanza, LUCE di Masque teatro, O_N di Paola Bianchi. 

 

Ieri a Genova in Sala Trasparenza si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2021. Beronio ha fatto sapere che quest’anno “Il nuovo Teatro Akropolis non sarà ancora disponibile causa lavori di ristrutturazione. Per questo motivo il festival occuperà questi spazi: Palazzo Ducale, Villa Durazzo Bombrini, Sala Mercato del Teatro Nazionale di Genova ed il Museo Biblioteca dell’Attore”. Inoltre, in questa edizione ci sarà spazio anche per il cinema con “la proiezione del film inedito dedicato al filosofo Carlo Sini, che si aggiunge a quelli su Paola Bianchi e Massimiliano Civica”.

 

 

Presente all’evento anche l’assessore alla Cultura e allo Spettacolo di Regione Liguria Ilaria Cavo la quale ha sottolineato quanto il Teatro Akropolis collabori con le scuole: “Il Teatro non si limita ad organizzare il festival ma si dedica costantemente anche alle scuole con corsi e laboratori”.

 

Anche l'assessore alla Cultura del Comune di Genova Barbara Grosso si è detta favorevole a questa iniziativa: “Finalmente quest’anno torniamo in presenza con questo festival e tra poco riapriremo al pubblico anche il teatro dopo i lavori di ristrutturazione”.

Da segnalare che, nonostante la pandemia, il Teatro Akropolis è stato insignito del Premio Hystrio 2021- digital stage “per la coraggiosa scelta di dedicare l’edizione 2020 del festival “Testimonianze, ricerca, azioni” all’approfondimento. Utilizzando il mezzo digitale, hanno creato occasioni di confronto tra artisti e pubblico, uno spazio per generare consapevolezza e tornare in scena forti di questo esercizio collettivo. Una proposta attiva e di alta qualità per rispondere alla crisi spostando con intelligenza il cuore del festival dalla rappresentazione artistica alla riflessione tutta contemporanea sul ruolo del teatro nella nostra società”.

Quest’anno tra gli ospiti ci saranno Imre Thormann, Davide De Lillis, Città di Ebla, Alessandra Cristiani, Bernardo Casertano, Paola Bianchi, Masque teatro, Chille de la balanza, El lado oscuro de las flores, Greta Francolini, Riccardo Guratti, Elena Burani, Opera Bianco, oltre a Marco De Marinis, uno dei più importanti studiosi e storici di teatro d’Italia.

 

 

Per il programma completo del festival: https://www.teatroakropolis.com/testimonianze-ricerca-azioni/

 

Christian Torri

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium