/ Politica

Politica | 21 maggio 2020, 17:31

Benifei (PD): "La nave-ricovero voluta da Toti è una vergognosa, inutile e costosissima operazione di propaganda elettorale pagata con i soldi dei liguri"

La presa di posizione dell'europarlamentare del Partito Democratico: "Se questi soldi fossero stati spesi negli ospedali liguri si sarebbero sostenuti in modo molto più efficace i professionisti della sanità in prima linea, garantendo ai pazienti una sanità migliore"

Benifei (PD): "La nave-ricovero voluta da Toti è una vergognosa, inutile e costosissima operazione di propaganda elettorale pagata con i soldi dei liguri"

“La nave-ricovero voluta da Toti, e presentata come luogo di accoglienza dei malati di Covid-19 dimessi ma non ancora domiciliabili, è in realtà soltanto una costosissima operazione di propaganda. Si parla di oltre 800 mila euro al mese di costi, che non includono le spese di personale e sanitarie - dichiara in una nota Brando Benifei, eurodeputato ligure e capodelegazione del Partito Democratico al Parlamento Europeo -. A rendere ancora più grave questa trovata è la sua scarsissima utilità: in oltre venti giorni la nave ha ospitato appena 25 pazienti, con una spesa a paziente di oltre 1000 euro, cifra incredibilmente superiore a quella necessaria per un posto letto in ospedale".

"Se questi soldi fossero stati spesi negli ospedali liguri, stremati dall'epidemia e duramente colpiti dalle politiche sanitarie della Giunta Toti, si sarebbero sostenuti in modo molto più efficace i professionisti della sanità in prima linea, garantendo ai pazienti una sanità migliore - aggiunge Benifei -. Tutte queste considerazioni sono rese ancora più dolorose dal fatto che, nel mentre, sono stati chiusi gli ospedali di Cairo Montenotte e di Sestri Ponente e che risultavano spazi ospedalieri non utilizzati. È una vergogna, una carissima campagna di pubblicità personale pagata con i soldi dei liguri nel pieno di un'epidemia, l'ennesimo spot di una campagna elettorale spregiudicata, giocata sulla pelle dei cittadini. Toti ne dovrà rispondere e ne risponderà”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium